Come fare sesso anale: i consigli prima di iniziare

Come fare sesso anale consigli
I consigli di Tuttosexyshop su come fare sesso anale la prima volta

Non √® certo una novit√† che, in ambito sessuale, agli uomini e alle donne piaccia sperimentare. Tuttavia quando si parla di sesso anale, l’argomento √® tutt’altro che una novit√†. Praticata sin dai tempi pi√Ļ remoti, questa alternativa √® perfetta sia per l’uomo che per la donna che vogliono provare nuove emozioni o magari riaccendere un rapporto.

Chiariamoci le idee

Con il termine sesso anale si intende, innanzitutto, quella pratica sessuale che prevede una penetrazione dell’ano che, in quanto dotato di numerose terminazioni nervose, se adeguatamente stimolato, pu√≤ regalare un piacevolissimo rapporto sessuale.
Sicuramente tra le prime paure per chi si approccia per la prima volta all’argomento ci sono quelle relative alla sicurezza e alla praticabilit√† del rapporto anale. C’√® subito da chiarire: l’ano, a differenza della vagina, non √® dotato di un meccanismo di lubrificazione autonoma, quindi per una corretta pratica √® sempre opportuna una adeguata lubrificazione che possa evitare spiacevoli lesioni.
Infatti, il tessuto anale è molto delicato e soggetto ad eventuali danneggiamenti se non si prendono le dovute precauzioni.
Inoltre, come appare evidente, essendo una zona ad alto rischio batterico √® sempre opportuno approcciarsi con l’utilizzo di un preservativo.

Prima penetrazione anale: consigli

La prima, nonch√® pi√Ļ importante, regola da dare a chi voglia praticare per la prima volta sesso anale √® esserne convinti. Come tutto ci√≤ che riguarda il proprio corpo e la propria sfera sessuale, non bisogna mai spingersi oltre i propri limiti o ci√≤ che ci piace fare per soddisfare esclusivamente l’altro. Detto questo, se si √® convinti, la regola da ricordare durante tutto il rapporto anale √® la pazienza e la calma. Se si √® ansiosi o spaventati si rischia solo di provare dolore, sia nell’essere penetrati che nel penetrare. Lo sfintere anale, infatti, se non adeguatamente rilassato, renderebbe impossibile o quasi la penetrazione.
Per quanto concerne i lubrificanti, in commercio ne esistono di diverso tipo, anche specifici per il sesso anale. Essi sono prodotti con base siliconica, in modo da risultare pi√Ļ duraturi.
Tenuto conto di quanto gi√† detto, il segreto √® trovare una posizione che risulti piacevole e comoda per entrambi, e di non essere mai irruenti o precipitosi. La comunicazione fra i partner, durante tutto l’atto, √® fondamentale per capire se la penetrazione √® piacevole o no.

Perchè fare sesso anale?

Anche il sesso anale ha i suoi pro. Superate le ansie iniziali, ci si render√† conto che per il partner attivo la penetrazione risulter√† estremamente piacevole in quanto lo sfintere ed il tessuto interno all’ano stimoleranno in modo pi√Ļ intenso le zone ricettive del pene. Per quanto concerne invece il soggetto passivo, come detto sopra, l’ano √® dotato di terminazioni nervose che possono portare all’orgasmo. Per le donne la spinta derivante dalla penetrazione √® in grado di premere indirettamente contro il punto G, mentre per gli uomini si tratta di una stimolazione prostatica che, come √® stato dimostrato, produce orgasmi senza precedenti. Bando agli imbarazzi, dunque, se praticato con le giuste accortezze, il rapporto anale pu√≤ solo regalare nuovi meravigliosi momenti.

Consigli prima di iniziare

√ą vitale raccomandare, oltre all’utilizzo del preservativo, la massima igiene per prevenire infezioni del tratto urinario. Qualora si voglia passare poi dalla penetrazione anale a quella vaginale √® vitale il cambio del preservativo. Se si √® partner di lunga data, e si vuole procedere, nonostante tutto, senza l’utilizzo di una protezione, √® importante consigliare un’igiene continua, prima e dopo il rapporto.
Per quanto riguarda, invece, il dolore non √® detto che l’esperienza debba essere cos√¨ spaventosa come pu√≤ sembrare.
La parola chiave √® essere rilassati e procedere sempre pazientemente e con calma. Un’adeguata lubrificazione, in sinergia con il rilassamento dello sfintere, pu√≤ ridurre al minimo il dolore della penetrazione.
In commercio esistono dei lubrificanti che anestetizzano la zona trattata, ma essi risultano nella pratica pi√Ļ un pericolo che un aiuto. Non avendo percezione del dolore si rischia di non capire se ci si sta facendo male, o se si sta spingendo troppo, col rischio di trovarsi con un’emorragia o danni di altro tipo.

Beh, se tutto questo vi ha chiarito le idee, cosa aspettate? Andate e sperimentate! Buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *