Come si fa un pompino

Il pompino è una pratica sessuale che coinvolge i genitali attraverso il sesso orale. La fellatio femminile si chiama cunnilingus, la fellatio maschile pompino. Sebbene, come fare un pompino, potrebbe sembrare molto semplice, in realtà richiede una conoscenza specifica dell’anatomia umana, al fine di rendere più gradevole il rapporto e di ottenere un maggior godimento durante l’atto. Esistono determinate regole per realizzare dei super pompini che è sempre bene tenere a mente per donare al proprio partner il massimo dell’appagamento. Ecco alcuni consigli per praticare un pompino perfetto.

Attenzione ai denti, fare un pompino con delicatezza

Guida al pompino perfetto

Il pene, come la vagina è un organo molto delicato, è quindi di fondamentale importanza dedicarsi con molta calma e sensibilità al rapporto orale. Evitare dunque di essere troppo violente e stare attente ai denti, sono degli ottimi presupposti per un pompino da perfetto. Invece di rendere il movimento più intenso, forte e meccanico, lavorare la zona sensibile del pene attraverso movimenti delicati, facendo roteare bene la lingua e ascoltando sempre le sensazioni del partner. Fare sempre attenzione nella zona del prepuzio e del glande, perché sono zone molto delicate, ma anche le più sensibili.

Prestare attenzione ai particolari e non tralasciare le zone erogene

Bisogna prestare particolare attenzione alle zone erogene del pene, che come la vagina ha moltissime terminazioni nervose, differenti da un soggetto all’altro. Concentrarsi bene sulla zona del prepuzio e del glande, senza tralasciare mai i testicoli, altra zona molto sensibile e delicata. Per i più temerari si potrebbe tentare un rimming anale seguito da penetrazione, ma è sempre opportuno chiedere prima, perché non tutti gli uomini gradiscono la cosa. Accarezzare, baciare o leccare l’interno coscia, è sempre invece cosa molto gradita.

Dosare la forza in maniera giusta

Se le zone del glande, del prepuzio e dei testicoli costituiscono una parte estremamente sensibile ma altrettanto erogena, è bene dosare bene la forza dei movimenti in queste parti del corpo e non essere violente, a meno che non sia esplicitamente richiesto.

Guida al Fellatio

Ridurre i movimenti meccanici e agire di istinto ascoltando il corpo del proprio partner, sarà la strada ideale per capire come dosare la forza. Per quanto riguarda invece l’atto della masturbazione che accompagna il pompino per provocare la eiaculazione.

In questo caso è molto importante aumentare un po’ la forza nei movimenti, ma soprattutto stringere bene l’asta del pene, facendo attenzione a non venire a contatto con il glande e il prepuzio. Stringere bene l’asta del pene nell’atto della masturbazione accompagnato dal pompino, permetterà di far raggiungere l’orgasmo al proprio partner senza fatica e in poco tempo.

Usare la fantasia e lasciarsi trasportare dall’erotismo

Quando si pratica un pompino è molto importante stimolare mentalmente il proprio partner: dialoghi sconci, particolari situazioni in cui si può essere scoperti, giocare con la fantasia per ricreare sogni erotici inconfessati, sono le vie più intriganti da percorrere. Creare situazioni ispirandosi a fantasie erotiche non farà altro che rendere il vostro pompino unico e meraviglioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *