Esercizi di Kegel: ginnastica pelvica per uomo e donna

Cosa sono gli esercizi di Kegel?

Molti sono gli uomini e le donne che hanno sentito parlare degli esercizi del pavimento pelvico che possono dare grandi benefici per quel che riguarda le prestazioni sessuali.
Questi sono stati ideati per la prima volta dal ginecologo americano Arnold Kegel nel 1948: egli si accorse che per rilassare la muscolatura dell’apparato genitale maschile e femminile non era necessario dover ricorrere alla chirurgia.
Essi vengono considerati un toccasana soprattutto per quelle persone che si accorgono di non provare un elevato piacere nella zona pelvica durante il rapporto.
Gli esercizi Kegel sono indicati per sostenere una corretta funzionalità di utero, vescica, uretra, retto e anche intestino tenue.
Senza dimenticare che questo tipo di pratica migliora notevolmente la qualità del pavimento pelvico riducendo così i pericoli legati a incontinenza.
Nella ginnastica pelvica femminile, gli esercizi di Kegel possono essere eseguiti con l’ausilio delle palline vaginali.
Chiaramente per poter ottenere dei concreti benefici √® fondamentale svolgere questi esercizi nella maniera pi√Ļ giusta possibile.

Come si svolgono esercizi Kegel

Questo tipo di pratica richiede attenzione da parte degli uomini e donne che vogliono metterla in atto.
Per individuare i muscoli pelvici basta fare una semplice prova: durante la minzione va interrotto per qualche breve istante il flusso.
Lì dove si avverte quella sensazione di leggero bruciore si troveranno i muscoli in questione.
Per iniziare bisogna mettersi in posizione seduta o anche stesa facendo comunque in modo che i muscoli sia dei glutei che della pancia siano quanto pi√Ļ rilassati possibile.
A quel punto l’esercizio base sia per donne che per uomini prevede la contrazione dei muscoli della zona pelvica per un tempo di circa 5 secondi.
Successivamente bisogna rilasciarli per 10 secondi fino ad arrivare ad una serie completa di 10 ripetizioni. Una serie da 10 per 3 o 4 volte al giorno non potrebbe che essere di grande beneficio sia per lei che per lui.
Un’altra variante √® quella che viene chiamata “pull-in”: per farla basta stringere i muscoli dei glutei e portare poi le gambe verso l’alto. A quel punto piegare le gambe verso il busto facendo ripetizioni da 10.

Consigli per la pratica corretta

La cosa importante che va sottolineata è che gli esercizi di Kegel portano a dei buoni risultati se praticati in maniera idonea.
La prima cosa che va ricordata è che essi vanno svolti a vescica vuota: dunque prima di sedersi o stendersi è bene fermarsi in bagno prima. In caso non si segua questo consiglio, i medici ritengono che addirittura si possano avere risultati contrapposti rispetto a quelli che ci si attende.
Inoltre è fondamentale ricordare che gli effetti degli esercizi Kegel saranno evidenti solamente in seguito ad una pratica costante nel tempo.
Non ci si pu√≤ aspettare di avere un pavimento pelvico in forma se vengono fatti una volta al giorno o anche saltando pi√Ļ giorni.
Va tenuto anche in considerazione che mettere in pratica tali esercizi in maniera sbagliata potrebbe comportare disfunzioni erettili nell’uomo o anche andare a peggiorare la condizione di incontinenza.
Ecco perché è sempre consigliabile parlarne prima col medico così da valutare un corretto svolgimento di esercizi Kegel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *